Facebook generation: i “nativi digitali” tra linguaggi del consumo, mondi di marca e nuovi media

  • Qualizza, Gabriele
Opera disponibile ad Accesso Aperto

Apri su OpenStarTS

Cartaceo disponibile
€ 17.00
Informazioni per l'acquisto

Optimistic, unselfish, trusting, open to the change. But above all: always connected, thanks to the availability of ever more powerful digital devices - smartphones, netbooks and tablets - that allow them maintain open channels of contact and relationship with others anytime and anywhere. So they appear, at first glance, the consumers belonging to the emerging generation of Millennials, a word used to mean those users who have entered, or are about to enter, the adult world since the beginning of the new millennium. The analysis of consumption patterns and communication strategies of the "digital" young users highlights, however, unexpected paths, not reducible to schematic definitions: that is the result of a recent study, carried out through a questionnaire on a sample of 514 subjects aged between 15 and 24, aiming to investigating how young consumers integrate new technologies and media devices within the spaces of everyday life. The volume presents the results of the research, devoting wide space to the meanings related to the construction of a specific generational we sense.
Ottimisti, altruisti, fiduciosi, aperti al cambiamento. Ma soprattutto: always connected, grazie alla disponibilità di device digitali sempre più performanti – smartphone, netbook e tablet – che consentono di tenere sempre aperti, in qualunque luogo e in qualsiasi momento, canali di contatto e di relazione con gli altri. Così appaiono, ad un primo sguardo, i consumatori appartenenti alla generazione emergente dei Millennials, termine utilizzato per denominare quanti sono entrati, o stanno per entrare, nel mondo degli adulti in data successiva all’inizio del nuovo millennio. L’analisi dei profili di consumo e delle strategie comunicative dei giovani “digitali” mette tuttavia in luce percorsi originali e inaspettati, non riconducibili a schematiche definizioni: è quanto emerge da un recente studio, condotto tramite questionario su un campione di 514 soggetti di età compresa tra i 15 e i 24 anni, che si è proposto di indagare in che modo i giovani consumatori integrano le nuove tecnologie e i nuovi dispositivi mediatici entro gli spazi della vita quotidiana. Il volume presenta i risultati della ricerca, dedicando ampio spazio al piano dei significati legati alla costruzione di uno specifico we sense generazionale.

  • Anno: 2013
  • Pagine: 263
  • Lingua: it
  • ISBN (print): 978-88-8303-534-0
  • ISBN (online): 978-88-8303-527-2
  • Editore: EUT Edizioni Università di Trieste
Consulta il nostro catalogo
Interpretazione ed esperienza giuridica. Sulla critica della concezione meccanicistica dell'attività interpretativa
Interpretazione ed esperienza giuridica. Sulle declinazioni dell’interpretazione giuridica: a partire dall’uso alternativo del diritto
Interpretazione ed esperienza giuridica. Sull’interpretazione creativa nella società pluralista
Voci e parole fra realtà e mito. Antropologia della comunicazione sonora
Educazione forense. Sul metodo della didattica giuridica
Facebook generation: i “nativi digitali” tra linguaggi del consumo, mondi di marca e nuovi media
Errico Malatesta. Note per un diritto anarchico
Tra analogico e digitale. Ricordando Franco Fileni
Da Lenin a Lennon. Come jazz, rock, beat & pop contribuirono alla caduta della Cortina di Ferro
in/Tigor 16