Il Ponterosso. Trieste 1947. Opuscolo d’arte e cultura. Ristampa anastatica

  • A cura di Zanni, Nicoletta
Opera disponibile ad Accesso Aperto

Apri su OpenStarTs

Cartaceo disponibile
€ 10.00
Informazioni per l'acquisto

«Ogni martedì sera, in una “trattoriola”, quel piccolo gruppo di amici chiacchierava fantasticando sui modi di realizzare il proprio impegno intellettuale e artistico: aprendo una galleria, un centro culturale, una rivista, o altro ancora. Ne aveva trovato il nome: quello del “Ponterosso” che attraversava il Canale, con le sue barche, e il mercato sulla piazza. Non dunque il solito riferimento a San Giusto, a richiami romani o veneziani, ma a un luogo che sapesse rappresentare davvero “tutta questa nostra Trieste così strana e difficile”, questa “città di traffici”, “posta in un quadrivio d’Europa”, dove “convergono civiltà”: che non sono “privilegio” o “predominio di una nazione sull’altra”, ma “lavoro comune” di uomini e popoli, i quali perciò “contro ogni costrizione continuano a cercarsi, a esprimere voci e a intonarle, ad accogliere ideali e a fonderli”» (Dalla prefazione di Nicoletta Zanni).

  • Anno: 2015
  • Pagine: 108
  • Lingua: it
  • ISBN (print): 978-88-8303-603-3
  • ISBN (online): 978-88-8303-604-0
  • Editore: EUT Edizioni Università di Trieste
Consulta il nostro catalogo
La Falena. Leggenda in tre atti di Antonio Smareglia su libretto di Silvio Benco
Il Ponterosso. Trieste 1947. Opuscolo d’arte e cultura. Ristampa anastatica
Giani Stuparich. L’opera di Pasquale Besenghi degli Ughi
Considerazioni sui problemi del mio tempo e appunti vari. 11 novembre 1940-28 agosto 1952
La grande avventura. Diario 6 febbraio 1950-31 agosto 1951
Amaro sguardo sul mondo. Aforismi 1978-1981
Un mitteleuropeo d’oltreoceano. Studi su Juan Octavio Prenz