Tractatus de metris anonymus e cod. Vaticano Graeco 896

  • A cura di Tessier, Andrea
Opera disponibile ad Accesso Aperto

Apri su OpenStarTS

Cartaceo disponibile
€ 14.00
Informazioni per l'acquisto

La porzione iniziale del Vaticano greco 896,
un codice databile a cavallo della metà, se non entro
il terzo quarto del XIV secolo e latore della ‘triade
bizantina’ di Euripide, contiene mutilo al suo esordio
un anonimo trattatello de metris, che presenta una
sorprendente singolarità nell’esemplificazione
offerta ai metri descritti e analizzati: esso infatti offre
quasi esclusivamente exempla tratti dalle Olimpiche
di Pindaro. Edito parzialmente un ventennio
fa da H. Chr. Gu¨nther (lo studioso si limitava
infatti al vero e proprio testo trattatistico e ai soli
esempi pindarici), il testo viene ora integralmente
riproposto col corredo degli esempi non pindarici
ignorati dal primo editore e degli scolii aggiunti
da una seconda mano, significativi del dibattito
paleologo attorno alla metrica di età classica.

  • Anno: 2017
  • Pagine: 101
  • Lingua: it ,la ,grc
  • ISBN (print): 978-88-8303-773-3
  • ISBN (online): 978-88-8303-774-0
  • Editore: EUT Edizioni Università di Trieste
Consulta il nostro catalogo
Tractatus de metris anonymus e cod. Vaticano Graeco 896
La tradizione manoscritta della Catomiomachia di Teodoro Prodromo. Testo, traduzione e apparato delle varianti in appendice