in/Tigor 16

  • Cossutta, Marco
Opera disponibile ad Accesso Aperto

Apri su OpenStarTS

Cartaceo disponibile
€ 15.00
Informazioni per l'acquisto

“Tutto ciò che distingue il tempo odierno dalla barbarie antica è quasi per intero un beneficio della geometria”. In questo modo Thomas Hobbes sunteggiava nel De cive la sua incondizionata adesione alla prospettiva scientifica moderna, sulla cui falsariga svilupperà una scienza giuridica e politica capace – a suo dire – di portare pace e sicurezza nelle relazioni intersoggettive. Una prospettiva che, richiamandosi al mos geometricus perorato pochi decenni prima da Grozio, ci conduce sino alla quasi contemporanea Geometrie der totalen Rechtserscheinung indicata da Kelsen. Il sorgere della geometria legale viene qui indagato con intento critico, attraverso il richiamo alla dialettica, proponendo cioè al lettore una riflessione intorno al fondamento metodologico di tale rappresentazione dei fatti giuridici e politici ed alla sua reale capacità di raggiungere l’obiettivo operativo prefissato dai suoi cultori.

  • Anno: 2018
  • Pagine: 160
  • Lingua: it
  • ISBN (print): 978-88-8303-996-6
  • ISBN (online): 978-88-8303-997-3
  • Editore: EUT Edizioni Università di Trieste
Consulta il nostro catalogo
Interpretazione ed esperienza giuridica. Sulla critica della concezione meccanicistica dell'attività interpretativa
Interpretazione ed esperienza giuridica. Sulle declinazioni dell’interpretazione giuridica: a partire dall’uso alternativo del diritto
Interpretazione ed esperienza giuridica. Sull’interpretazione creativa nella società pluralista
Voci e parole fra realtà e mito. Antropologia della comunicazione sonora
Educazione forense. Sul metodo della didattica giuridica
Facebook generation: i “nativi digitali” tra linguaggi del consumo, mondi di marca e nuovi media
Errico Malatesta. Note per un diritto anarchico
Tra analogico e digitale. Ricordando Franco Fileni
Da Lenin a Lennon. Come jazz, rock, beat & pop contribuirono alla caduta della Cortina di Ferro
in/Tigor 16