Di metallo, di carta, di niente: questioni di soldi

  • Callegher, Bruno
Opera disponibile ad Accesso Aperto

Apri su OpenStarTS

Cartaceo disponibile
€ 8.00
Informazioni per l'acquisto

Le ansie di inizio millennio, la crescente dipendenza dei politici dal dominio del denaro, le tempeste valutarie, le crisi che sembrano irrisolvibili, la possibile disoccupazione di massa suggeriscono che tutto questo discenda – non solo – ma anche dal fatto che la sovranità monetaria è stata via via sottratta alle istituzioni democratiche, al nomos degli Stati, siano essi nazionali o sovranazionali, per consegnarla invece ai mercanti dei debiti e del denaro/merce, ora creato anche dal nulla. Gli umanisti non hanno soluzioni precostituite o elaborate nelle loro carte, ma conoscono la profondità dei fenomeni e delle riflessioni maturate prima e dopo la nascita delle discipline economiche e possono offrire strumenti di analisi per evitare di entrare in questi territori “senza occhiali e cannocchiali”, cioè senza munirsi di linguaggi per evitare di inoltrarsi in essi con metodi incerti, privi di esperienza, limitati nelle conoscenze.

  • Anno: 2020
  • Pagine: 49
  • Lingua: it
  • ISBN (print): 978-88-5511-182-9
  • ISBN (online): 978-88-5511-183-6
  • Editore: EUT Edizioni Università di Trieste
Consulta il nostro catalogo
Il mio triangolo
Lingue africane e creazione letteraria
Tecnologia, reti sociali e intelligenza collettiva
Noi e l’antico Egitto
Uomo e tecnologia: una simbiosi problematica
Cinquanta anni di Angiologia a Trieste, 1950-2000
Il mestiere dell’etimologo
Storia della medicina: ruolo e prospettive
Il gioco di Wittgenstein
Aristotele, la giustizia e la responsabilità