Tecnologia, reti sociali e intelligenza collettiva

  • O. Longo, Giuseppe
Opera disponibile ad Accesso Aperto

Apri su OpenStarTS

Cartaceo disponibile
€ 8.00
Informazioni per l'acquisto

Lo sviluppo travolgente di Internet dimostra che la vera vocazione del computer è la connessione interattiva tra gli individui, grazie alla quale si sta formando una mente collettiva, una sorta di Creatura Planetaria cognitiva. In questo contesto si situa il fenomeno delle “reti sociali”, piattaforme in cui tutti possono immettere a costo nullo messaggi pregnanti e innovativi oppure insignificanti e narcisisti. In questa ecumene dialogica nascono problemi di identità, di privatezza e di assuefazione patologica. L’impiego (o il consumo) del tempo subisce torsioni inaspettate, il corpo sembra scomparire e si prefigura una tendenza all’omologazione, premessa del pensiero unico. Si pone, infine, il problema del senso, che sempre tentiamo di scoprire con le nostre narrazioni. Quali storie si racconterebbe la Creatura Planetaria, quali miti creerebbe per giustificare la propria esistenza e presagire il proprio futuro? I blog, i chat, i forum, le reti sociali e via enumerando sono il primo germe di una narrazione di nuovo tipo o sono soltanto un confuso rumore di fondo?

  • Anno: 2011
  • Pagine: 57
  • Lingua: it
  • ISBN (print): 978-88-8303-299-8
  • ISBN (online): 978-88-8303-825-9
  • Editore: EUT Edizioni Università di Trieste
Consulta il nostro catalogo
Storie di tanto tempo fa
Il mio triangolo
Lingue africane e creazione letteraria
Tecnologia, reti sociali e intelligenza collettiva
Noi e l’antico Egitto
Uomo e tecnologia: una simbiosi problematica
Cinquanta anni di Angiologia a Trieste, 1950-2000
Il mestiere dell’etimologo
Storia della medicina: ruolo e prospettive
Il gioco di Wittgenstein